Al mare lungo la Costa di Sorrento. 10 spiagge da raggiungere in auto

Testi e foto di Roberto Pellecchia

Andare a mare in costiera sorrentina, un’impresa non facile in alta stagione anche considerando che le spiagge vere, di sabbia o ciottolini, non sono tantissime.
I consigli di base sono sempre gli stessi: se possibile evitare i giorni più critici, sabato e domenica, e in ogni caso partire presto perché si sa, chi tardi arriva male alloggia.
Ecco allora, comune per comune, 10 spiagge da raggiungere comodamente in auto lungo una delle coste più celebri del mondo.

Partiamo da Castellammare di Stabia in direzione di Vico Equense e, superando le affollatissime spiagge di Pozzano noteremo poco dopo una serie di piccoli lidi incastonati tra piccole barriere frangiflutti.
Troveremo mare pulito e ottimi servizi di spiaggia presso vari lidi, uno per tutti lo Stone Beach, molto apprezzato dai frequentatori di questo tratto di costa.

Castellammare Stone Beach

A Vico Equense punteremo alla Marina di Vico, la cui discesa a mare si trova poco prima della cittadina. Si tratta di una spiaggia addossata alla roccia sul cui sommo si vede l’inconfondibile sagoma del Castello Giusso. Nelle vicinanze emerge dal mare il suggestivo Scoglio Margherita. Vi sono diversi stabilimenti balneari.

Marina di Vico

Superata Vico Equense e la Marina di Seiano, in alta stagione decisamente troppo affollata, arriviamo a Meta dove troveremo la spiaggia di Alimuri e la Marina di Vico, nell’insieme la più grande spiaggia della costa di Sorrento, con numerosi stabilimenti balneari.

Meta Alimuri

Subito oltre, nel comune di Piano di Sorrento, troveremo la discesa per la Marina di Cassano, sulla cui spiaggia per secoli è stata presente una delle più floride attività cantieristica del nostro Sud. Qui si potranno ammirare le antiche cavità scavate nel costone tufaceo, da sempre utilizzate come luoghi di ricovero delle barche e, anticamente, anche come riparo per la notte in caso di tempeste improvvise.

Marina di Cassano

Arrivati a Sant’Agnello conviene puntare a Piazza Marinella, una terrazza sul mare da cui si gode di uno splendido panorama. Dopo essersi deliziati con la vista, si può utilizzare la suggestiva discesa pubblica verso la Spiaggia della Marinella e il lido omonimo. La galleria scavata nel tufo è antichissima, essendo stata realizzata dai Romani quasi duemila anni fa. Un tuffo nella storia e nel mare blu.

S Agnello la Marinella

Sorrento, la diva per eccellenza della costa, offre due luoghi di balneazione a stretto contatto con la città, e da essa immediatamente raggiungibili: la Marina Piccola, alla cui parte sabbiosa ormai molto limitata sono stati affiancati dei veri e propri pontili prendisole, e la Marina Grande, con una spiaggia sabbiosa di discrete dimensioni. Certo, tanta folla, ma Sorrento è uno dei luoghi più famosi del mondo!

Marina Piccola di Sorrento

Marina Grande Sorrento
Superando il centro abitato di poche centinaia di metri si incontra la discesa che porta ai Bagni della Regina Giovanna. Non si tratta di una spiaggia, ma il luogo emana talmente tanto fascino che la tentazione di un bagno in questa piccola baia con arco naturale è irresistibile.

A parte la presenza dei resti di una villa romana in cui un tempo la baia era inglobata, si potrà rivivere la suggestione cinematografica di quando Vittorio De Sica e Sofia Loren vi recitavano le scene di “Pane, amore e…”.

Bagni della Regina Giovanna

Dalla baia una passerella di legno porta a un vicino stabilimento balneare nel caso si volesse passare il resto della giornata in una situazione più “comoda”.

Ancora nel comune di Sorrento si trova, poco oltre, la piccola frazione marinara della Marina di Puolo, che offre in una graziosa cornice i servizi di diversi stabilimenti balneari.

Marina di Puolo

Lasciando il comune di Sorrento si entra in quello di Massa Lubrense. Il paesaggio cambia e diventa decisamente verdeggiante con meravigliosi scorci sull’isola di Capri. Per fare un bagno confortevole e davvero rilassante si consiglia di superare il centro abitato e di puntare decisamente, dopo qualche chilometro, alla deviazione che porta a Baia delle Sirene, una graziosissima baia naturale con stabilimento balneare a cui si accede mediante una strada privata in fondo alla quale c’è un ampio parcheggio.

Baia delle Sirene Massa Lubrense

***Roberto Pellecchia ha firmato (tra gli altri) il volume “Costa di Sorrento” disponibile anche in inglese. Per info: CLICCA QUI