Bracelenta. La Pasquetta estiva firmata dai ristoratori de Le Tavole del Borgo

Post_Foto_03_okSALERNO. Per chi è di Eboli l’espressione dialettale “ce facimm’ e’ quatt’ r’ aust‘” ha un suono particolare.

Un suono che evoca un tempo che fu, quel tempo in cui bastava ritrovarsi insieme nei luoghi collinari della frescura, a conclusione del raccolto stagionale nei campi nei campi della Piana, per essere felici.

Per festeggiare i doni della terra, condividendone la bontà, dopo aver condiviso la fatica per farli nascere e crescere. Per trascorrere una giornata in spensieratezza ed allegria insieme ai compagni di lavoro e alle proprie famiglie.

Il 4 di agosto, per gli ebolitani è sempre stato almeno fino agli inizi del ‘900, un giorno di festa, una data per onorare una consuetudine stagionale così sentita, che di essa rimane traccia proprio in questa espressione dal suono così dolce e identitario che l’avvento del progresso, il superamento della routine di stampo rurale hanno, nel tempo attutito.

Da alcuni, però, anni la “pasquetta estiva” degli ebolitani, del 4 agosto, è ritornata in auge, grazie a Bracelenta, evento ideato ed organizzato dall’associazione Le Tavole del Borgo, che riunisce gli storici ristoratori del centro antico della città, da sempre impegnati in progetti di valorizzazione delle eccellenze e delle tipicità locali.
Obiettivo dell’evento è proprio quello di riprendere, innovandola, l’antica consuetudine tutta ebolitana della scampagnata agostana.
Dopo essersi svolto per diverse edizioni nel cuore del centro antico della città, quest’anno Bracelenta cambia ambientazione e “sbarca” a Marina di Eboli.
Il 3 e il 4 agosto prossimi l’appuntamento più gustoso dell’estate ebolitana sarà, infatti, ospitato presso il Bagno Trentotto, stabilimento balneare tra i più belli ed attrezzati della costa.

Nuova ambientazione ma stessa, collaudata formula per la V edizione di Bracelenta che vede a braccetto tre elementi caratterizzanti: brace, degustazione e spettacolo. Nel corso delle due serate sarà, dunque, possibile degustare piatti ispirati alla tradizione gastronomica locale e, più in generale, regionale.

I ristoratori de Le Tavole del Borgo proporranno un menù che spazia dalla terra al mare, realizzato con materie prime di qualità, cucinato a vista sulle grandi e suggestive braci, allestite per l’occasione. Carne, pesce ma anche un angolo “vegetariano” e uno “dolce”, in una vera e propria passeggiata gastronomica in riva al mare, sotto il cielo stellato.

A fare da colonna sonora alle due serate, due diverse scelte musicali, proposte da Silvio Nunziata di Saraca Promotion pensate, ciascuna nel suo genere, per coinvolgere e far divertire: il 3 agosto apriranno la kermesse gli Anima Partenopea, con i più bei classici della canzone napoletana, reinterpretati in chiave moderna, mentre il 4 agosto sarà la volta degli Stragatti e del loro scansonato rockabilly.

Alla cucina di qualità di ispirazione territoriale e alla musica, in questa V edizione di Bracelenta, si aggiuge un’altra componente, l’arte contemporanea, con le mostre a cura di Art House, laboratorio d’arte sorto in un bene confiscato alla camorra nell’agro ebolitano che vede la partecipazione di circa cinquanta artisti provenienti da ogni parte della Campania.

Questo a marcare ancora di più la connessione di Bracelenta con il territorio e con le cose belle che in esso predono vita. In esposizione saranno le fotografie di Armando Di Lorenzo e di Enea Medas e le opere pittoriche di Giovanni De Feo, tutte ispirate a tematiche di rilevanza sociale come l’inclusione, il riscatto, la libertà di espressione.
Il progetto Bracelenta 2017 ha trovato accoglimento e sostegno in Tecnoscuola, noto ed accreditato ente di formazione, main sponsor della manifestazione. E, inoltre, vede la collaborazione di Inchiostro- idee e comunicazione ed Effeunoquattro, per quanto riguarda la comunicazione.

Post_Foto_03_ok

L’appuntamento con la “pasquetta estiva” della tradizione, con le bontà territoriali, la musica e l’arte è, dunque, il 3 e 4 agosto a partire dalle ore 21, presso il Bagno Trentotto a Marina di Eboli.