CLASSICI. Il “puparuolo mbuttunato” (peperone ripieno)

nfdIl “puparuolo mbuttunat”, diciamocelo, è pura poesia olfattiva e gustativa soprattutto. Perché va bene il profumo del peperone mentre cuoce in forno, ma vogliamo mettere il piacere di addentarne un boccone?

La ricetta, squisitamente campana, prevede che il peperone venga riempito, mbuttunat appunto, con pane raffermo tagliato a dadini e melanzane fritte, qualche acciuga sotto sale, capperi ed olive di Gaeta che rappresentano la nota saporita e preponderante nel gustoso risultato finale di questo piatto, nato povero, che ha conquistato tutti i palati, anche quelli più sofisticati.

Il peperone imbottito è un piatto unico e, con buona pace della bilancia, un tantino calorico. Numerose sono le sue declinazioni perché la farcia del peperone è un po’ come una sorta di marchio di famiglia: c’è chi lo arricchisce con la carne macinata, chi preferisce aggiungerci del formaggio a cubetti e chi lo ama ripieno di riso.

Richiamando una probabile proprietà invariantiva del gusto, potremmo dire che, aggiungendo e sottraendo ingredienti nella ricetta del peperone imbottito, la squisitezza finale non solo non cambia, ma è una garanzia.
Oggi vi propongo la mia interpretazione di peperone imbottito, nata da un’improvvisa voglia di questo piatto che ho accostato all’utilizzo di cereali integrali.

Una ricetta semplice, per nulla calorica e ricca di ingredienti buoni e sani. Le dosi che vi indico sono perfette per la farcitura di un peperone di media dimensione, carta e penna alla mano ed ecco gli ingredienti:
1 peperone medio
50 gr di riso rosso Ermes
2 cucchiai di pisellini cotti
4 o 5 pomodori ciliegino
una manciata di olive nere di Gaeta
pangrattato integrale quanto basta
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
Sale quanto basta

Procedimento:
Come prima cosa vi consiglio di mettere in cottura il riso rosso Ermes che impiega all’incirca 35 minuti per cuocersi al punto giusto. Ho scelto questa tipologia di riso integrale per il suo sapore molto simile a quello del pane, ingrediente principe del peperone imbottito.

Cotto il riso, lasciate che si freddi e nel frattempo lavate il peperone, privatelo della parte superiore praticando un taglio orizzontale mezzo centimetro al di sotto del picciolo.

Tagliate i pomodorini a dadini, sminuzzate le olive che avrete precedentemente denocciolato, aggiungete i pisellini ed il riso, salate e conferite la nota croccante a questo ripieno con il pan grattato che aggiungerete secondo le vostre esigenze.

Mischiate tutto, aggiungete il sale e metà cucchiaio di olio evo. Riempite il peperone con questa farcia, adagiatelo in una terrina, aggiungete qualche pomodorino, qualche oliva nera, metà cucchiaio di olio evo e mezzo bicchierino di acqua.

Cuocere a 160° C in forno ventilato per 30 minuti.
Avrete preparato un piatto appetitoso e piacevole, una coccola per il palato e per la salute. Non a caso ho scelto di accostare un cereale integrale ad un legume. Abbinare i legumi ai cereali, infatti, è un vero toccasana per il nostro organismo, perché le proteine dei legumi, fatta eccezione per la soia, sono povere di alcuni aminoacidi solforati, in particolare metionina e cisteina, di cui però sono ricchi i cereali integrali.

Questi sono generalmente poveri di lisina, un amminoacido presente invece nei legumi. Avremo il piacere di mangiare un piatto ricco di fibre che renderà i peperoni imbottiti molto sazianti e benefici per i batteri intestinali che fermentano le fibre producendo acidi grassi a catena corta che proteggono la mucosa intestinale dallo sviluppo di numerose malattie. Un piatto bello da vedere, buono con il palato e con la nostra salute.

Buon appetito!

Elisabetta Mauro

nfd