La cipolla di San Pietro al Tanagro. Due giorni per celebrarla

SALERNO. E’ partita ieri la due giorni dedicata ad un prodotto tipico della terra del Vallo di Diano: la cipolla. Questo ortaggio che si inserisce a pieno titolo nel paniere degli ortaggi nostrani viene riproposto da alcuni anni dopo tanto tempo di assenza nel nostro territorio.

La vendita dell’ortaggio nel Comune di San Pietro al Tanagro risale, infatti, al 1829, anno in cui fu istituita con Regio Decreto la Fiera di Santa Maria. L’evento risulta essere tra i più apprezzati per quanto riguarda l’enogastronomia. Quest’anno la Pro Loco conferma l’obiettivo della manifestazione, ovvero la scelta delle prelibate pietanze, servite rigorosamente in piatti di terracotta, apprezzate e gradite anche dai migliori chef del comprensorio.

Il leitmotiv dell’evento è: “I sapori che si sentono in bocca…e nella mente“. Le serate all’insegna del divertimento e della spensieratezza, verranno allietate da musiche e balli. Il buon vino rosso, prodotto dalla Pro Loco di San Pietro al Tanagro con uve della località Scorzo e Pastena, farà apprezzare maggiormente i succulenti piatti.

Dettagli e Programma www.festacipolla.it

IMG-20180830-WA0000