Limoni. L’oro giallo della Costa d’Amalfi, l’ingrediente segreto di Mena e Luigi

_CAV7248di Antonella Petitti

fotografie di Carlo Cavaliere

CETARA – Un prodotto unico, due grandi storie d’amore e una consistente dose di coraggio: sono questi gli ingredienti che compongono il piatto della vita di Luigi Di Crescenzo e Mena Bisogno.

Li ammiro per la forza con cui hanno inseguito i loro sogni, decoratrice lei e (finalmente oggi) contadino custode lui. Avendo modo di conoscerli ho apprezzato la loro capacità di aprirsi alla vita ed agli altri, una predisposizione all’accoglienza che sta restituendo loro un meritato successo.

Oggi rappresentano un importante riferimento per chiunque voglia conoscere l’anima vera di Cetara, borgo marinaro della Costa d’Amalfi solo a metà. Perché i giardini, spesso nascosti, rappresentano la parte più difficile ma autentica.

_CAV7196

In gran parte impraticabili con i mezzi, necessitano di forza, di volontà e di tanta passione. L’agricoltura da sola non si sostiene e Luigi, grazie all’appoggio di Mena, ha lasciato il suo lavoro per trasformarsi in un contadino che offre servizi turistici sia attraverso percorsi olfattivi tra i limoni che grazie ad un b&b (La Pastaiola).

Ed è dal patrimonio culinario della famiglia Di Crescenzo che arrivano tre imperdibili ed originali ricette a base di limoni di Cetara. Siamo orgogliosi di ospitarle su Rosmarinonews.it e poterle condividere con chi apprezza questa cucina identitaria che resiste alle pieghe del tempo e della distrazione.

E se vi va di custodire un consiglio non dimenticate cosa ci ha detto più volte Luigi all’insistente domanda su come un consumatore può tutelarsi e comprendere quali limoni sia meglio acquistare: “comprate con il naso e non con gli occhi”.

Buona lettura

A questo LINK anche un articolo di Roberto Pellecchia su Cetara

A questo LINK un nostro articolo su Cetara ed i giardini di limoni di Luigi del 2013

_CAV7240