L’ode alla melanzana dello chef Antonio Petrone. 5 ricette per lasciarsi stupire…

_CAV6133-2di Antonella Petitti

ph Carlo Cavaliere

E’ l’essenza dell’estate, nella mia cucina ricopre certamente un ruolo fondamentale assieme a tutti quegli ortaggi che da qui ai primi di ottobre rimarranno sulle nostre tavole. E’ uno di quei prodotti a cui si fa proprio fatica a dire no”. Così descrive il suo rapporto con le melanzane lo chef Antonio Petrone, patron del ristorante Pensando a te di Baronissi.

Un bel percorso il suo, fatto di materia prima innanzitutto e poi di attenzione nei confronti di una cucina che trae ispirazione dalla tradizione ma che si diverte ad acquisire nuove forme ed a raggiungere nuovi confini.

La melanzana mi ricorda il mare, la casa, i nonni, le conserve e mia mamma che – con una pazienza infinita – le trasformava in fili e filetti. Le sue mani nere nere e quei movimenti: il taglio, l’aggiunta del sale, l’atto di strizzarle e poi metterle sott’olio. Perché la migliore melanzana si mangiava nel periodo natalizio, dai giorni di magro ad andare avanti”.

E’ un viaggio a ritroso quello che ha fatto con noi di Rosmarinonews.it lo chef salernitano, ha scavato nei suoi ricordi mantenendo come fil rouge la melanzana e ne ha tratto dei piatti semplici da replicare che la celebrano per la sua importanza nella nostra cucina.

Cinque imperdibili piatti da fare e rifare, da conservare gelosamente. “La melanzana è usata da quasi la totalità degli chef perché è un ortaggio straordinario, toglie tante soddisfazioni, spero che con queste ricette le toglierà anche a voi!”.

Da oggi  – ogni tre giorni – una nuova ricetta, ovviamente sempre online su Rosmarinonews.it!

Grazie ad Antonio per questo regalo estivo

e a voi che ci seguite con tanta passione di gola…