Premio Ezio Falcone 2017 a Cetara: in nome della colatura di alici. Porta a casa il primo posto Emmanuele Ferroro

GIURIA PREMIO EZIO FALCONECETARA (SA). Si è svolta ieri l’edizione 2017 del Premio Gastronomico Ezio Falcone, nato per valorizzare un prodotto unico come la colatura di alici, promosso dal Comune di Cetara.

Si spilla ogni anno in questo periodo la colatura novella, pronta per finire sulle tavole natalizie dove regna soprattutto alla Vigilia di Natale.

Dieci i foodblogger e gli appassionati che si sono messi in gara per proporre la propria interpretazione della colatura, prodotto che sta finalmente per ottenere la DOP.

Il tema scelto è stato: “Colatura 2.0” intesa come capacità di innovare un prodotto antico, ma anche di interpretarlo con modernità.

La giuria, composta dagli chef Peppe Guida e Cristian Torsiello, e dai foodwriter Barbara Guerra, Albert Sapere ed Antonella Petitti, ha assegnato il premio a Emmanuele Ferroro, salernitano, nella vita impiegato.

Nella sua semplicità ha proposto “Linguine all’amalfitana 2.0”, di base una ricetta tradizionale che ha accompagnato con qualche tocco nuovo. La presentazione più riuscita ed il gusto più equilibrato e completo nel valorizzare la colatura di alici. Gli ingredienti: pomodorini ciliegino, colatura di alici, capperi, scorza di limone, aglio, peperoncino e scalogno.

1 PREMIO EZIO FALCONE 2017

Straordinarie le ceramiche che sono state consegnate come dono finale, non solo al vincitore, ma anche ai due premi collaterali ed alla giuria, firmate da Enzo Santoriello.

_20171203_172530

A Sabrina Gasparri e Cinzia Martelli da Bologna del blog Les Madeleine di Proust è andato il Premio di coerenza con il tema ed il Premio alla creatività a Mario Argentino di Salerno con la Sfogliatella rustica.

Premio Coerenza al tema 2017

Premio Coerenza al tema 2017

Premio Creatività

Premio Creatività

Una festa corale che ha confermato Cetara come borgo del gusto per eccellenza, attrattore indiscusso per Salerno e la Costa d’Amalfi tutta.