SECONDI (etnici). Pollo al curry

Partiamo dalla ricetta etnica a base di pollo che si aggiudica il primo posto tra le preferenze degli italiani: il pollo al curry.

A svelarci tutti i segreti è Thomas Myladoor, proprietario de Il Guru, storico ristorante indiano, da 25 anni nella capitale. Se sono tante le versioni della ricetta che circolano e le varianti che si apportano al piatto, la versione originale, che potreste trovare anche in India, è questa qui.

LA RICETTA

Ingredienti per 4 persone:

pollo busto di 800gr circa, spellato e tagliato a pezzi
1 cucchiaio e mezzo di masala per pollo (chicken masala)
1 cucchiaino di garam masala
3 pomodori freschi e maturi tagliati a dadini
2 cipolle tagliate a fette
frullare insieme 3 fette di aglio + 2 cm di radice di zenzero fresco
mezzo bicchiere di latte di cocco
100 ml di olio di semi di girasole
Procedimento:

Dorare la cipolla ed aggiungere il chicken masala. Dopo 1 minuto aggiungere l’impasto preparato in precedenza di aglio e zenzero; dopo 2 minuti aggiungere i pomodori e cuocere a fuoco medio fino ad ottenere un sugo amalgamato. Aggiungere pollo e salare.

Cuocere con coperchio all’inizio per 10 minuti e poi continuare la cottura scoperto. Mentre si sta ultimando la cottura aggiungere garam masala e il latte di cocco. Mescolare tutto e continuare la cottura per altri 5 minuti.

I CONSIGLI DELL’ESPERTO

A cosa deve prestare attenzione un neofita della cucina indiana? “Sicuramente all’equilibrio nell’uso delle spezie– spiega Thomas Myladoor – per questo consiglio di utilizzare il masala, un mix che comprende una decina di spezie diverse, che vanno dal peperoncino alla cannella, dal cumino al pepe nero fino ai chiodi di garofano, dosati in modo sapiente e con la giusta proporzione. L’unica spezia che si può usare a piacimento è il peperoncino, da potete aggiungere in base ai vostri gusti.”

Un’altra raccomandazione è sulla cottura degli ingredienti: “il pomodoro va cotto molto bene, come per fare un sugo, mentre le spezie vanno solo delicatamente arrostite: se si bruciano perdono il loro inconfondibile aroma e in quel caso … consiglio di ricominciare da capo!”.

Il riso classico da utilizzare è il basmathi: “è il più gustoso – aggiunge Myladoor – è importante però non farlo scuocere e prestare molta attenzione alla cottura. Meglio utilizzare tanta acqua e poi scolarlo, senza cercare di mettere l’acqua giusta nella pentola e poi aspettare che venga assorbita.”

Diverse ricette abbinano al pollo al curry delle verdure, ma secondo l’esperto è un errore: “le verdure alterano il gusto del pollo, vanno servite a parte.” Per gustare un perfetto pollo al curry non vi resta che stappare una bottiglia di Gewurztraminer o Muller Thurgau, dei vini aromatici che si sposano bene con la cucina indiana, molto speziata.