Silenzio parla Fresconi: il locale sospeso negli anni Ottanta!

fresconi 01SALERNO. Musica e cibo, questi i due elementi vincenti su cui puntano i soci del club restaurant di Cava de Tirreni, Francesco Lorusso e Marco Ravezzi.

Un repertorio musicale tipicamente anni ’80 che allieta l’atmosfera del locale passando da Vasco alla Mannoia.
Nulla è stato lasciato al caso, bandita la parola banale nella serata di gala di “Silenzio parla Fresconi”.

L’attenzione per il particolare cattura subito l’occhio anche dell’avventore più distratto, che alzando la testa si ritrova in un giardino invernale dove le superfici di cemento sono ricoperte da una pioggia di rame che amplifica o disperde i suoni.
Il piano show è interamente targato Ravezzi che tra una pietanza e l’altra coinvolge il pubblico in canti e balli affermando il Fresconi come luogo che unisce il piacere della vita alla qualità del cibo.

Il cuore pulsante del locale è la cucina, completamente affidata al 33 enne Raffaele Della Rocca, il quale nonostante la sua giovane età, vanta un background di tutto rispetto che trasmette perfettamente nei suoi piatti.
Particolare attenzione sulle materie prime e sul menù, fatto di piatti tipici rivisitati, studiati in base alla stagionalità dei prodotti freschi, che sanno di mediterraneo e tradizionale ma con un tocco di innovazione che piace.
Raffaele stupisce subito gli ospiti con una pralina di Mallone su salsa di porro bruciato, entreè della serata di gala, organizzata per fa conoscere il nuovo concept del locale.

mde

Un rafforzare la propria identità, andando a riformulare, con l’aiuto dei suoi avventori, un famosissimo spot degli anni ’80 che all’epoca ruppe tutti gli schemi dell’advertising “Silenzio parla Agnesi” e che è stato poi presentato in chiusura di serata.

Una cucina ricercata ed innovativa come si evince dal menù della serata. L’antipasto subito lascia intendere la nuova direzione che vuole prendere il locale e cioè la tradizione che sposa l’innovazione gourmet nella Sfera di patata viola con baccalà in crosta di verza.

mde

Due i primi piatti serviti in cui la semplicità del Risotto con fonduta di taleggio, castagne e speck croccante si contrappone alla ricercatezza di un Cannoncino con macinato di Chianina, spuma di ricotta e broccoli.

IMG_20171109_231405

IMG_20171109_234550

Anche il secondo, Pancia di maialino in agrodolce con verdure disidratate, non smentisce le aspettative e segue la linea dell’innovazione e della buona cucina.

mde

Must della serata il dessert, una rivisitazione della caprese che diventa un lingotto con cremoso al cioccolato e mousse di nocciola.

mde

La piacevole serata si è conclusa poi con la visione del video (regia e produzione di Luigi Panico; creative direction Andrea Giordano) che rilancia la cucina del Fresconi, tanto buona che non ha bisogno di parola ma solo di silenzio per essere assaporata al meglio.

fresconi 02

Oriana Giraulo

Fresconi Kafè

Corso Principe Amedeo, 233

Cava de’ Tirreni (SA)

Info: 338.2782905