SNACK home made. I crackers norvegesi

btyLa prima volta che ho sentito parlare dei crackers norvegesi è stato quando, sfogliando le foto di un giornale di cucina, mi sono imbattuta sulla foto in primo piano di questi rettangolini di semi, tantissimi semi, che sembravano scrocchiare anche solo ad osservarli.

Dovevo replicare quella ricetta e dovevo farlo nel miglior modo possibile e dopo qualche prova, posso dire di avere tra le mani un’idea facile e veloce per affrontare qualsiasi inaspettato aperitivo home made, languorino improvviso o cena frugale dell’ultimo momento.

Immaginate un barattolo di piccole sfoglie di semi croccanti, pensate di tirarne una fuori, un velo di formaggio spalmabile, qualche pomodorino ciliegino a crudo, per i più esigenti un po’ di erba cipollina tagliuzzata fresca ed il gioco è fatto.

Questi gli ingredienti per circa 40 crackers:
80 gr di semi di girasole
80 gr di sesamo bianco
80 gr di semi di zucca decorticati
50 gr di semi di lino
50 gr di semi di Chia
250 ml di acqua naturale
Sale, curcuma o paprika dolce quanto basta.

Procedimento:
Pesate tutti i semi e mischiateli in un recipiente, misurate l’acqua che aggiungerete al mix. Mischiate con l’aiuto di un cucchiaio e lasciate riposare il composto per 30 minuti.

I semi di Chia, così come i semi di lino, idratati in acqua, formano un gel, una sostanza mucillaginosa che rappresenterà un legante naturale, al pari dell’uovo.

bty

Trascorsi i 30 minuti, stendete il composto su una teglia precedentemente rivestita con della carta oleata, cospargete l’impasto con sale fino, paprika dolce o curry secondo il gusto personale, mettetelo a cuocere in forno ventilato preriscaldato a 180°C.

bty

Lasciate cuocere per circa 20 minuti, estraete la teglia dal forno e sezionate il composto conferendogli la forma di tanti piccoli rettangoli, proprio come i crackers che tradizionalmente consumiamo. Rimettete la teglia nel forno e lasciate che i salatini norvegesi cuociano per altri 20 minuti. Spegnete il forno e lasciate raffreddare i crackers.
Poche e semplici le regole di questo gioco che ha il sapore dei semi tostati, fragranti ed aromatici, ideali per una colazione salata, al posto del pane durante i pasti, salutare snack da portare a lavoro.

bty

Una ricetta gustosa che ha il valore aggiunto delle innumerevoli proprietà dei semi amici della salute cardiovascolare, del fegato e dell’apparato gastrointestinale.

Ricchi di magnesio, fosforo, ferro, manganese, selenio e zinco, costituiscono una delle principali fonti vegetali di calcio. Particolarmente interessante è il contenuto di acido folico nei semi di girasole e l’efficacia dei carotenoidi, antiossidanti alleati nella prevenzione del cancro alla prostata, di cui i semi di zucca sono ricchi.
Uno sfizio saporito, croccante e buono di salute.

Buon appetito!

Elisabetta Mauro